Migliori auricolari Bluetooth 2019: migliori auricolari wireless da comprare

Se non vi piace la costruzione ingombrante delle cuffie Bluetooth e allo stesso tempo non vi piace neanche avere un cavo da collegare al telefono, l’unica soluzione è affidarsi alla tecnologia Bluetooth e acquistare degli auricolari wireless.

Dopo averne testate a decine negli ultimi mesi (o anni), in questa classifica abbiamo raccolto i migliori auricolari Bluetooth in commercio. Alcuni dei modelli qui classificati presentano un cavo che collega tra di loro i due inserti: se non volete neanche quello, vi consigliamo di leggere la nostra classifica degli auricolari true wireless.

Migliori auricolari Bluetooth del 2019:

 

1. Bose SoundSport Wireless

Gli auricolari Bluetooth nascono come migliore soluzione per gli sportivi, ma ciò non significa che debbano essere utilizzati esclusivamente per tale scopo. Un pratico esempio sono sicuramente i Bose SoundSport Wireless.

Rivolti, come lascia intendere il nome, a chi pratica sport, sono gli auricolari in-ear Bluetooth che preferiamo in assoluto, e per qualsiasi utilizzo. Sono comodi, compatti e sufficientemente resistenti per essere portati in palestra. Ma hanno anche un suono superiore alla media, una durata della batteria decente e una buona portata wireless.

2. Sony WF-1000XM3

Questi Sony WF-1000XM3 ci hanno davvero conquistati, e questo perchè in un design così compatto l’azienda è riuscita ad integrare la stessa tecnologia ANC vista sulle Sony WH-1000XM3 (le nostre cuffie noise cancelling preferite). Ma non è finita qui: anche la resa sonora è ottima (con qualsiasi genere musicale) e l’autonomia si attesta sulle 6 ore reali, più 3 cariche extra se consideriamo anche la custodia per il trasporto.

3. Bose SoundSport Free

Ci sono le cuffiette wireless, e poi ci sono i Bose SoundSport Free. Con un’eccezionale connessione, questi auricolari davvero privi di cavi offrono una profondità e una chiarezza senza precedenti. Inoltre non hanno la cancellazione del rumore poiché non creano un sigillo nel condotto uditivo per bloccare i suoni circostanti: ciò può essere una buona cosa per gli atleti che devono essere consapevoli di ciò che li circonda.

Ancora, questi SoundSport Free si appoggiano comodamente sulla parte esterna del condotto uditivo, proprio come gli AirPods di Apple, e sono dotati di tre inserti intercambiabili StayHear+ Sport per adattarsi a tutti i tipi di orecchio.

L’autonomia si aggira sulle 4 ore e mezza, mentre la custodia per il trasporto prevede garantisce altre 2 ricariche complete. Sono costosi, ma li consigliamo a occhi chiusi.

4. Creative Outlier Sports

Nel complesso, i Creative Outlier Sports sono degli ottimi auricolari wireless sportivi. Sono leggeri, si sentono sicuri nell’orecchio e possono pompare musica per ben 11 ore effettive. Come gli Outlier One, sono certificati IPX4 e presentano il classico inserto ausiliario ad ala, per una stabilità massima. Insomma, degli auricolari Bluetooth economici ma altamente funzionali.

5. Jaybird X4

I Jaybird X4 rappresentano un grande miglioramento rispetto ai già eccellenti auricolari Bluetooth X3.

Ci è piaciuto il profilo più snello, un aumento della durata della batteria, che è sempre il benvenuto, e il nuovo sistema di gestione del cavo che permette una maggiore tenuta e stabilità durante l’attività fisica.

Le quasi 8 ore di durata della batteria completano un eccellente pacchetto, senza dimenticare lo standard Bluetooth di ultima generazione che consente di abbinarli a due dispositivi contemporaneamente e, oltretutto, il profilo sonoro è completamente personalizzabile tramite l’equalizzatore nell’app.

6. Jaybird Vista

Abbiamo inserito i Jaybird Vista tra i migliori auricolari Bluetooth perchè pur mantenendo un prezzo contenuto, non presentano alcun filo, si indossano con facilità, sono comodi, suonano bene e sono pienamente resistenti ai liquidi (IPX7). Anche in questo caso offrono 6 ore di autonomia, ma solo 10 ore extra tramite custodia.

7. Apple AirPods 2 (2019)

La prima generazione ha rappresentato un vero successo per Apple, e lo stesso vale anche per questa seconda variante. I nuovi AirPods 2 (2019) grazie al nuovo chip H1 presentano un’autonomia anche migliore, così come una connettività senza fili (Bluetooth) ancora leader del settore. Ormai sono degli auricolari wireless iconici.

8. Samsung Galaxy Buds

Finalmente Samsung, con questi Galaxy Buds, è riuscita a creare la vera versione degli AirPods per Android. La resa sonora è ottima, il prezzo è davvero contenuto (è sceso rispetto al lancio) e l’autonomia di 6 ore è in linea con la concorrenza. E poi è ottimizzato per la linea di smartphone Samsung Galaxy S10, la quale può ricaricarli in modalità wireless.

9. Bose QuietControl 30

Bose ultimamente è nota per le cuffie a cancellazione del rumore di alta qualità e il modello in-ear QuietControl 30 non delude sotto questo punto di vista. In stile neckband, si appoggiano come un ferro di cavallo intorno al collo e gli auricolari si adattano comodamente al nostro orecchio grazie ai 3 inserti. Sono poi a prova di sudore.

Fedele al loro nome, i QuietControl 30 consentono di regolare la funzione di cancellazione attiva del rumore. E’ possibile alzarla o abbassarla facendo clic su un pulsante sul telecomando (sul “collare”) o usando l’app Bose Connect.

La durata della batteria stimata da Bose è di ben 10 ore, valore confermato anche da nostri test.

10. Jabra Sport Pulse Special Edition

I Jabra Sport Pulse Special Edition sono degli auricolari Bluetooth per lo sport che vantano di una serie di funzionalità esclusive come la misurazione della frequenza cardiaca in tempo reale o del tuo livello di fitness in base alla capacità da parte del tuo corpo di assorbire l’ossigeno (VO2 Max).

Oltre a queste, i Jabra Sport Pulse offrono un efficiente isolamento acustico passivo e un ampio boost dei bassi. Il suono è migliorato rispetto alle precedenti Jabra Sport Pulse. Unico punto critico è sicuramente l’autonomia di 4-5 ore circa.

auricolari bluetooth guida all'acquisto

Come recensiamo gli auricolari Bluetooth

Tutti i migliori auricolari Bluetooth (e non) che abbiamo recensito li abbiamo usati per ore in tutti i tipi di scenari: mentre camminiamo per strada, mentre ci alleniamo, in casa, sui mezzi pubblici e, alcuni, anche in aereo. Abbiamo quindi valutato le caratteristiche più importanti durante l’utilizzo di questi auricolari, dal design alla resa sonora, passando anche per l’autonomia e le funzionalità extra.

Come scegliere gli auricolari Bluetooth giusti?

Per trovare i migliori auricolari wireless per l’uso quotidiano, il nostro consiglio è quello di restringere le opzioni in commercio usando i criteri chiave riassunti nelle prossime righe.

La resa sonora e la vestibilità sicura e confortevole sono i primi due fattori da considerare in fase di acquisto delle migliori cuffie Bluetooth in-ear; nella nostra classifica abbiamo infatti inserito gli auricolari senza fili migliori sotto questi due punti di vista. A tal proposito, dal momento che preferiamo i modelli totalmente senza fili, abbiamo deciso di inserire alcune proposte anche in questo articolo.

resa sonora auricolari wireless

La qualità del microfono in chiamata è un altro fattore chiave per la ricerca delle migliori cuffiette Bluetooth, soprattutto per chi riceve numerose chiamate (per lavoro o per svago) durante la giornata.

L’autonomia per dei prodotti wireless viene praticamente prima di tutto, soprattutto se verranno utilizzati tutto il giorno, tutti i giorni. Ciò significa che, idealmente, i migliori auricolari senza fili dovrebbero garantire almeno 7 ore, e almeno 4 per quelli totalmente senza fili (li c’è poi da considerare la custodia di ricarica).

Delle buone cuffie in-ear wireless dovrebbero essere anche resistenti agli schizzi e al sudore. Sebbene non tutti li utilizzano durante gli allenamenti, può capitare di prendere l’acqua quando si è in giro per delle commissioni.

resistenza acqua auricolari bluetooth

E poi c’è il prezzo: quando parliamo di auricolari Bluetooth economici, ci riferiamo a modelli che non superano 100 euro circa, perchè come abbiamo visto ci sono dispositivi che superano con facilità i 200 euro. Chiaramente, per quanto riguarda questo fattore, bisogna considerare le proprie possibilità ma, soprattutto, le proprie esigenze. Il nostro consiglio è comunque quello di non scegliere mai auricolari wireless a meno di 30 euro, perchè per esperienza esperienza durano molto poco.