Apple AirPods 2 recensione

8
  • Voto 8
Offerta


Gli Apple AirPods 2 sono la seconda generazione degli auricolari Bluetooth che hanno stravolto in queste anni il mercato. Questo nuovo modello non presenta delle grandi novità per quanto riguarda il design, ma l’introduzione del nuovo chip H1 di Apple fa la differenza.

Infatti, grazie a quest’ultimo, è possibile richiamare Siri semplicemente pronunciando Hey Siri anche con un tono di voce basso o quasi sussurrato, anche in assenza di dispositivi connessi o pronti all’ascolto; questo rende gli AirPods 2 molto più flessibili e versatili nell’utilizzo quotidiano.

La combinazione delle caratteristiche tecniche e delle prestazioni offerte, li rende tra i migliori auricolari true wireless disponibili in commercio. Ma vediamo nel dettaglio ogni caratteristica di questo nuovo modello.

Design e qualità costruttiva

Gli Apple AirPods 2 hanno un design esattamente uguale alla prima versione: osservandoli si nota come si sia mantenute le stesse linee e forme, l’unica differenza percepibile è il piccolo LED collocato sulla parte frontale del case, che assume la colorazione arancione quando ha inizio la ricarica.

Le cuffiette sono bianche e lucide, sono realizzate con materiali solidi e di qualità, con una particolare attenzione ai dettagli che caratterizza tutti i prodotti Apple.

Apple AirPods 2 design identico alla scorsa generazione

Un piccolo punto a sfavore di questo prodotto è dovuto alla mancanza di certificazione contro i liquidi: anche se gli AirPods sono costruiti in modo da resistere al sudore e vengono spesso utilizzati ai fini di uso sportivo, non hanno nessuna garanzia contro i danni causati da qualsiasi tipo di liquido.

Per quanto riguarda l’ergonomia, sono comodi da indossare e restano ben saldi alle orecchie, tuttavia non avendo gommini o altro genere di appendici con grandezze variabili, è difficile adattare gli auricolari a tutte le varie forme dell’orecchio e questo, per alcuni, potrebbe essere un problema.

Sugli AirPods 2 è presente una calamita che li tiene ancorati alla custodia, quest’ultima è estremamente salda, sul retro c’è il pulsante fisico che serve per l’accoppiamento via Bluetooth con i vari dispositivi o per effettuare un reset delle cuffie.

La custodia ha dimensioni ridotte, può essere trasportata comodamente in tasca, sicuramente un gran vantaggio dato che molti case sono spesso ingombranti e fastidiosi da portare dietro.

Apple AirPods 2 calamita tra i due auricolari

Funzionalità

Il nuovo chip H1 e il Bluetooth 5.0 assicurano immediatezza di passaggio nell’abbinamento tra un dispositivo e l’altro, lo switch è immediato e non occorre perdersi in impostazioni e passaggi in più per il collegamento.

Una caratteristica degli AirPods è che dopo aver effettuato l’abbinamento con un dispositivo, questo sarà esteso tramite Cloud a tutti i device che usano lo stesso Apple ID.

Dopo averli connessi, attraverso le impostazioni, è possibile scegliere come configurare il doppio tap di ogni auricolare: richiamare Siri, spostarsi tra le tracce, mettere pausa o avviare la riproduzione.

La novità più importante a livello di funzionalità è sicuramente la funzione Hey Siri: gli auricolari sono sempre in ascolto, appena pronunciamo questo comando viene subito attivato l’assistente vocale, anche negli ambienti rumorosi e a fil di voce.

Apple AirPods 2 hey siri

Qualità audio

La qualità audio degli AirPods 2 è leggermente migliorata rispetto alla prima generazione dando risultati ottimi, il volume risulta essere più alto e permette un ascolto ancora più immersivo nelle tracce audio.

La performance di qualità la si nota soprattutto durante la riproduzione della musica, il suono è chiaro e i bassi sono molto corposi, un aspetto da non sottovalutare per un prodotto del genere.

Molto buone le performance in chiamata, i microfoni integrati riescono a eliminare il rumore di fondo, l’interlocutore ci sente molto bene senza essere disturbato dalla confusione che potrebbe essere nell’ambiente circostante.

Inoltre, grazie all’accelerometro, è sufficiente sfilare uno dei 2 auricolari dall’orecchio per interrompere la riproduzione musicale, magari mentre si fa sport o ci si ferma improvvisamente a parlare con una persona.

Tuttavia, gli AirdPods 2 non hanno un sistema di soppressione attivo del rumore e non sono in-ear, per cui non ci isolano dal resto, ma sono sicuramente adatti per chi si allena all’aperto in modo da lasciare alla persona la percezione delle realtà svolgendo la propria attività in totale sicurezza.

Apple AirPods 2 autonomia di livello

Autonomia

Gli Apple AirPods 2, con una singola ricarica, riescono ad offrire quasi 5 ore di autonomia con il volume al 75%, inoltre, con la custodia di ricarica si riescono a ricaricare ancora per altre 4 volte, per un totale di 20 ore senza dover utilizzare una presa.

Con una ricarica completa si arriva anche a 3 ore di conversazione e bastano 15 minuti nel case per riportare l’autonomia al 50%.

La custodia è disponibile anche in versione ricarica wireless, ma per ricaricarla ci vogliono più di 3 ore, mentre con il cavo bastano un paio d’ore.

Verdetto

Chi vuole degli auricolari true wireless concreti, può sicuramente affidarsi a questi nuovi AirPods 2, soprattutto se si ha un iPhone. Se avete già la prima generazione, potreste anche evitare di acquistare la seconda poiché le differenze sono minime, e non così importanti da indurre a fare il passaggio al nuovo modello.

Evidenziamo nuovamente come il chip H1 di Apple abbia portato degli interessanti miglioramenti in termini di velocità nell’abbinamento, insieme al Bluetooth 5.0 e alla nuova funzione Hey Siri. Migliorata anche la qualità audio, anche se continua a non essere la migliore sul mercato.

Offerta
Potrebbe piacerti anche